Bersani, la comunicazione, e le basi della democrazia

Visto che non si parla d’altro, ne approfitto per dire anche io la mia sull’affermazione di Bersani sulla comunicazione e la politica.

Riassumendo veolcemente, questa la frase che ha infastidito vari osservatrori (come Aloisi de Linkiesta) è:

“E’ perché pensiamo che la comunicazione sta alla politica come la finanza sta all’economia”.

Ed è chiaro che, vista la connotazione negativa che avvolge la parola finanza in questi mesi di crisi, chiunque creda nell’utilità di una buona comunicazione politica non possa che sentire tali aspirazioni svilite. Altri però hanno fatto notare che la frase completa era:

E’ perché pensiamo che la comunicazione sta alla politica come la finanza sta all’economia: utili entrambe, buone, indispensabili: ma non possono prendere il comando, non possono dettare il compito!

Utile, buona, indispensabile. Mmmmh. Come fa notare Giovanna Cosenza in un lucidissimo post, questo discorso vale solamente se si considera la comunicazione politica come il marketing del prodotto politico. In questo senso, certamente, il contenuto dev’essere il punto di partenza, e allora l’efficace azione di governo o di opposizione la seconda. Benediciamo questo concetto, che Bersani ripete in un passaggio del suo intervento secondo me più interessante dell’anteriore, e dedicato al modello del berlusconismo:

“Il modello che non conosce la distinzione dei poteri, il modello che comunica ma non governa, perché quel che conta non è fare, è raccontare; non è fare è dire che si fa, è convincere che si sta facendo, è gonfiare con la comunicazione la bolla delle illusioni”.

Raccontare anziché fare (bel colpo al partito del fare), e un’ultriore connessione tra la comunicazione e la finanza (bolla delle illusioni). La comunicazione, la bugia, è stata usata dal berlusconismo per truffare gli italiani come lo è stata nei circuiti finanziari per creare bolle speculative. Ok, ci sono. Sinceramente, per uno a cui la comunicazione importa così poco, io qua vedo anche un bell’uso della retorica.

Ma, seguendo ancora quanto detto nei post citati in precedenza, la comunicazione politica va oltre la trasmissione di informazione su quanto fatto (o non fatto), e sicuramente molto ma molto più in là di una questione di marketing elettorale. Lo dice lo stesso Bersani, non so quanto consapevolmente:

Se ci chiamiamo Partito Democratico è perché rivendichiamo un punto di vista politico, autonomo, sulla realtà. Capaci dunque di ascoltare tutti, di dialogare con tutti, di aprirci in modo vero, ma mai di metterci a rimorchio di qualcuno.

Ascoltare? Dialogare? Quindi vuole dire, comunicare? 

Vedete, io sinceramente credo che attraverso l’ascolto, il dialogo e la rielaborazione dei concetti si possa fare la miglior politica. Penso quindi che la comunicazione sia più di un qualcosa buono e utile: io ritengo, a differenza di Bersani, che debba prendere il comando, e dettare il compito. Il punto è stabilire cosa intendiamo con comunicazione, quali flussi comunicativi mettiamo sotto la lente.

Il primo passo dovrebbe quindi essere la ridefinizione del concetto di comunicazione politica: non quella tra i partiti e i cittadini, ma quella tra cittadini che dialogano e collaborano all’interno di partiti che possano essere luoghi di discussione ed analisi.

C’è una bellissima frase sulla democrazia, presa da un testo che chiunque si occupi e preoccupi di democrazia dovrebbe leggere. Dice:

“Se la libertà e l’uguaglianza hanno la loro sede soprattutto nella democrazia, come alcuni pensano, esse sarebbero realizzate in massimo grado laddove tutti partecipassero veramente all’amministrazione politica della città nello stesso grado”

Credo che per prendere queste parole seriamente bisognerà imparare a considerare davvero la comunicazione come dialogo tra molte -e quanto più varie- parti possibile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...